Puntata 8 – Cacao

cacao-foto

Anche durante la settimana dell’anno più famigerata della musica italiana, coincidente col sempre discusso ma a quanto pare imprescindibile Festival di Sanremo, Area51 prosegue comunque la sua missione e vi propone l’ennesima interessante realtà musicale proveniente dall’altro lato della barricata. Loro vengono da Ravenna, hanno un nome alquanto commestibile ed hanno una voglia di sperimentare che a momenti neanche i più blasonati chef con i loro piatti. Che meraviglia sti Cacao (semicit.)!

Cacao @Area51 La band è formata dalla coppia di attacco Diego Pasini (basso) e Matteo Pozzi(chitarra). Diego Pasini dal 2012 fa parte dei Ronin[ospiti ad Area51 Ed.2016] sostituendo Chet Martino nella parte finale del tour di “Fenice” per poi suonare e registrare il disco “Adagio Furioso” e gli Ep “Stalingrad“, “Area51/Split_Ep#1” (la prima release della nostra etichetta Area51 Records nella quale la band figura in coppia con gli Uyuni[ospiti ad Area51 ed.2012] e “I See Them”.Nel 2015 ha partecipato allo spettacolo della compagnia teatrale Teatro delle Albe “Il volo – la ballata dei picchettino” tuttora in replica con Francesco Giampaoli (in formazione a due bassi ), il rapper Moder [ospite ad Area51 Ed.2013], Luigi Dadina e Tahar Lamri. Matteo Pozzi fa il barista e il grafico e sotto lo pseudonimo di Mavritivs produce paesaggi sonori lisergici per pochi eletti a feste segrete ispirandosi a Flying Lotus, Aphex Twin e tutti quelli che sono stati i suoi ascolti.
Entrambi sono membri fondatori della band punk-hc Actionmen della quale fanno parte tuttora e figurano come musicisti anche nella live band di Mara.

I Cacao hanno debuttato in pompa magna a Novembre 2016 con “Astral” (Brutture Moderne, distribuzione Augioglobe/The Orchard), disco co-prodotto con Francesco Giampaoli allo studio Al Mare, anticipato dal singolo “Brasilio” e basato sui botta e risposta tra basso e chitarra con alcuni interventi di elettronica minimale. Nella musica del duo ci si può trovare un po’ di tutto, dal rock al blues alla psichedelia passando per kraut, wave e tribalismi, il tutto in maniera armoniosa e con una veste “internazionale”. I brani sono variegati, ricchi di spunti ed idee ed aumentano di interesse soprattutto durante loro incedere deforme e chiaroscurale: in sostanza è come se si trattasse di musica fatta intenzionalmente per gioco ma che all’atto finale diventa un tuttuno serio e concreto.

Questo il videoclip appunto del brano “Brasilio”, un lungo e ben strutturato viaggio tribal-psichedelico che col suo andazzo paranoico e inquieto fa tornare alla mente il lato meno festaiolo del Paese e dunque gli antichi stereotipi sui presunti rischi a cui sarebbero esposti i turisti in vacanza in Brasile:

Per tutti i golosoni all’ascolto:

Fb: Cacao
Soundcloud: https://soundcloud.com/cacao

P.S – Non possiamo fare a meno di segnalarvi che nelle file della sezione giovani di Sanremo partecipa una “certa” Marianne Mirage, artista che nell’edizione 2013 ospitammo qui in trasmissione come leader di un altro progetto (The Forces of Nature) sul quale all’epoca nutrivamo grande ottimismo ed aspettative. Ma in cuor nostro già intuivamo che il suo carisma ed il suo talento l’avrebbero portata da lì a breve a scegliere un percorso solista e diametralmente opposto: il naturale punto di arrivo è stata dunque questa partecipazione alla (volenti o nolenti) manifestazione ammiraglia della musica italiana con un brano che già si preannuncia come tormentone radiofonico. Un grosso e sentito in bocca al lupo per tutto da Area51!