Puntata 9 – Alessandro Fiori

Alessandro Fiori

Tra una novità musicale e l’altra ogni tanto arriva il momento per Area51 di rendere omaggio ad un pezzo da 90 dell’underground italiano, come ormai accade da diverse stagioni. Una doverosa premessa per introdurre la Puntata Speciale di questa settimana il cui protagonista è appunto un artista di una certa esperienza e con un certo blasone che nel suo ultimo bellissimo lavoro ha dimostrato come sia possibile reinventarsi pur rimanendo se stessi, insegnando anzi ad ascoltatori e a giovani promesse musicali “come si fa”. Salutiamo dunque il nostro ospite speciale Alessandro Fiori!

alessandro-fiori-area51 Cantautore polistrumentista aretino noto tra le altre cose per essere stato uno dei fondatori dei leggendari Mariposa ma anche di altri progetti altresì interessanti quali Amore, Craxi, Assodifiori, Stres e Betti Barsantini, durante il corso degli anni fa incetta di collaborazioni eccellenti con artisti quali Tristan Honsinger, Marco Parente, Paolo Benvegnù, Cesare Basile, Enrico Gabrielli, Alessandro “Asso” Stefana, Zen Circus, Danilo Gallo, Emanuele Maniscalco, Stephan Sieben, Dimartino, Zeno De Rossi, Sebastiano De Gennaro, Colapesce

Nel 2010 esce il suo primo lavoro da solista “Attento A Me Stesso” (Urtovox), a cui segue “Questo Dolce Museo” (Urtovox, 2012, inserito nel settembre 2013 nella rosa dei cinque finalisti della Targa Tenco nella categoria “Album Dell’Anno”) e “Cascata” (Viceversa Records, 2013, anno in cui si aggiudica il PIMI 2013 al Meeting delle Etichette Indipendenti come “Miglior Solista”. Dal 2014 è attiva la sua etichetta indipendente Ibexhouse che include anche uno studio di registrazione (Studio Rudere) dove cura in prima persona la direzione artistica di lavori propri ed altrui.

Ed è da una coproduzione tra questa etichetta ed Alabianca che a Novembre dell’anno appena passato scaturisce “Plancton” (Woodworm), lavoro in cui Alessandro Fiori ridefinisce le sue coordinate musicali tanto da considerarlo come il suo “Kid-A” (ogni spiegazione riguardo questo titolo citato crediamo sia davvero superflua!). La componente elettronica diviene infatti il substrato su cui poggiano questi brani i quali, in dolce contrasto armonico con il registro acustico affidato all’utilizzo di un harmonium Farfisa a dir poco “vintage”, si propagano tra l’inquieto e il sardonico attraverso strutture a tratti free-jazz. Decadente, romantica e disincantata, con questa nuova proposta musicale tende a sostituire la sua veste tradizionalmente cantautoriale con una più prettamente autoriale dove i contenuti non sono più soltanto raccontati bensì raffigurati.

alessandro-fiori-live In questa puntata speciale di Area51 ascolterete dunque alcune tracce tratte dal suo nuovo lavoro: seppure la natura dei brani a volte possa sembrare minimalista (il che non è certo un difetto, anzi…), in fase di arrangiamento ed esecuzione nell’album figurano diverse collaborazioni tra le quali segnaliamo anche la prestazione di FRNKBRT, eclettico producer che abbiamo avuto occasione di ospitare nella stagione scorsa del nostro programma.

Questo è Videoclip di “Mangia!” primo singolo estratto da “Plancton”: si tratta di un video in bianco e nero ed è un chiaro(scuro) omaggio a “Eraserhead” del maestro David Lynch:

Facebook: https://www.facebook.com/alessandrofiorifans/?fref=ts

Twitter: https://twitter.com/fiorialessandro

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...