Puntata 3 – Isterica

isterica

A Pescara vivo sul lungomare, e ogni mattina alle 6 vedo un sacco di persone che corrono. E non li paga nessuno.” Con questo pensiero di Zdenek Zeman espresso durante l’indimenticabile stagione nella quale, in qualità di allenatore del Pescara, vinse a mani basse e in maniera spettacolare il campionato di Serie B, vi presentiamo una band proveniente appunto dalla medesima cittadina adriatica che con “Il Boemo” condivide inoltre (trasponendo il concetto sportivo in quello musicale) cinismo ironia compattezza e rifiuto della retorica imperante e, forse, una nostalgia atavica per quello che sono stati gli anni 90, quando determinate cose le si poteva esprimere senza sembrare voci fuori dal coro tra le pance piene di chi si limita soltanto a pontificare dietro ad uno schermo. Ecco a voi gli Isterica!

isterica-area51 La band composta da Vania Comignani (Voce) Gino Russo (Batteria, Fiftyniners e Santo Niente) e Damiano Bosica (Chitarra, Rockin’ Riot) si forma in realtà idealmente a Londra nel 2014, tuttavia sarà a partire dal Noiselab Studio di Giulianova(Te) che prenderanno forma i brani che compongono il loro primo autoprodotto “Pensieri Parole Opere Omissioni”, in collaborazione con Sergio Pomante (Ulan Bator, Captain Mantell). Il musicista Umberto Palazzo ha così descritto la formazione: «Finalmente una band di pop punk convincente e senza retorica, anzi totalmente in controtendenza rispetto alla solita retorica del punk italiano. La band lavora duro sugli strumenti e sembra volersi far beffe dei luoghi comuni di un certo mondo alternativo italiano, sempre propenso a una ribellione edonista senza rischi e senza sbattimento».

Brani freschi, diretti ed immediati, sia per la semplicità melodica sia per la leggerezza dei testi con cui vengono affrontate tematiche in realtà serie e incentrate sui problemi di tutti i giorni. Si tratta (volendo semplificare, visto che musica come questa va piuttosto vissuta di petto come un’insieme omogeneo e non come somma di parti) di “musica giovanile per tutte le epoche”, quindi per chi giovane lo è stato un tempo (per rimanere nell’ambito nazionale negli anni 70 con la Rettore, negli anni 80 con i CCCP, negli anni 90 con i Prozac+, ecc…) e per chi lo è anagraficamente adesso. In sostanza si bada al sodo, si picchia sulle corde e sulle pelli, si provoca, si urla e soprattutto si invita a riflettere. Vi invitiamo ad ascoltare in blocco l’intero album, mentre tra i brani segnaliamo senz’altro “Rive Gauche”!

Sito Web: http://www.isterica.net/
FB: https://www.facebook.com/IstericaOfficial/
Twitter: https://twitter.com/isterica_off
Instagram: https://www.instagram.com/istericaofficial/

Sempre per citare il buon Zeman, la miglior chiosa possibile per la puntata: “Il risultato è casuale. La prestazione no.”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...