Puntata 21 – Denis The Night & The Panic Party

unspecified

Gli ospiti di questa puntata di Area51 appartengono di diritto alla famigerata categoria di band che “ma come è possibile che in italia quasi non se li fili nessuno e invece all’estero si esibiscono nei migliori festival indie, sostenendo live infuocati e memorabili e ottenendo larghissimi consensi, ecc..”. Ok, può sembrare un discorso trito e ritrito, noioso, ridondante, figlio di una analisi musicale approssimativa e qualunquista e che non a caso fa il pari con le consuete presentazioni tipiche di (sic!) quotate webzine dedicate alla “roba italiana” (attente più alla forma che alla sostanza), ma non possiamo negare ne a noi stessi ne ai nostri ascoltatori che in effetti le cose stanno proprio così: questa band di fatto si esibisce nei più quotati festival europei e senza timori reverenziali sa far agitare i “posteriori” di tutto il pubblico che si trova lì ad ascoltarli. Ma a differenza di molti loro sodali, loro hanno un approccio musicale (diremmo) alla vecchia maniera, basato sull’esperienza sul campo e non formalmente costruito a tavolino. Boys & Girls, che la festa abbia inizio: i Denis The Night & The Panic Party!

DenisTheNight@Area51 Si tratta di un trio attivo tra Fano e Londra formato da Eleonora Fiorani (chitarra + voce), Nicola Sbrozzi (basso, synth, voce), Alessandro Gobbi (batteria, synth, voce, membro anche degli Emerald Leaves, band che abbiamo ospitato proprio durante l’edizione corrente di Area51) che, pur essendo nato soltanto tre anni fa, come detto prima già si è fatto notare soprattutto a livello internazionale: basti soltanto dire che l’anno scorso fu una delle tre bands italiane a partecipare all’edizione 2015 del Primavera Sound Festival di Barcellona, per non parlare della partecipazione all’Indie Music Week di Manchester e, in aggiunta al loro già ricco curriculum “extraitaliano”, quest’anno sarà la volta anche del Liverpool Sound City dove presenteranno in data 29 Maggio il nuovo (e il primo vero lavoro, dopo alcune precedenti pubblicazioni di live e remixes) EP “UDU”, il quale uscirà il 3 Giugno su etichetta inglese Wall of Sound (mentre in Italia l’etichetta licenziataria sarà Bassa Fedeltà) come anticipazione del nuovo album previsto per Ottobre 2016. A completare la loro formazione ed implementare dunque il loro immaginario c’è anche un vero collettivo di visual artist, fotografi, registi (tra cui Edoardo Preti, Giulia Delprato, Enzo Lauria e Karin El Taifiova).

Questo lavoro contiene i brani “Panic Party” e soprattutto “You Could Be My Home”, il quale sta riscuotendo successo in America grazie anche al videoclip realizzato dal visual artist Enzo Lauria, premiato al Big Short Music Festival di Los Angeles e al NOVA Festival di Washington D.C. Per quel che riguarda la loro musica, elettronica, psichedelia, shoegaze e dream pop si propagano tramite una vagonata di beat assassini e dal retrogusto notturno che non disdegnano momenti più festaioli, poiché carichi di una bella componente “danzereccia” (nel senso più rock del termine), il tutto suonato con una una botta degna di nota: questi sono brani adattissimi ai contesti dei più importanti festival indie internazionali, ma anche per essere propagati nei dj set dei migliori club insieme a pezzi di gruppi più noti e “ballati”, per citare un nome i Black Keys, ma senza sfiguarare, anzi!

Questo il video della già citata “You Could Be My Home”, ipnotico come il mood del brano:

Amdateveli a scoprire, questa band è uno spettacolo, non si tratta solo di intrattenimento per sedicenti “indie-boys”, la sostanza c’è eccome! Magari così in fututo impareremo ad evitare di cadere nel solito circolo vizioso del “ma come è possibile che in italia quasi non se li fili nessuno e invece all’estero si esibiscono nei migliori festival indie, sostenendo live infuocati e memorabili e ottenendo larghissimi consensi, ecc..”

Sito Web: http://www.denispanicparty.com/
Soundcloud: https://soundcloud.com/denisnightpanicparty
Facebook: https://www.facebook.com/denisnightpanicparty/?fref=ts

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...