Puntata 14 – Torakiki

Torakiki

Che si possa prediligere un genere musicale od un altro, volenti o nolenti la maggior parte di noi condivide comunque l’essere cresciuti (tra le altre cose) con quelli che comunemente chiamiamo “Cartoni Animati Giapponesi” (cit.), all’interno dei quali era spesso facile trovare personaggi dal nome curioso che poi ci sarebbero rimasti impressi nella memoria durante il corso degli anni, diventando i nostri “beniamini”.
La band ospite di questa puntata di Area51 infatti, pur avendo un immaginario musicale che in sostanza ne ha poco o nulla di che spartire, omaggia il mondo degli anime e dei manga utilizzando nel loro monicker il nome di uno dei suddetti personaggi, per chi scrive uno dei più simpatici e caratteristici in assoluto, un gatto tigrato con una cravatta rossa ed accento tedesco che è tra i protagonisti del noto cartone animato Hello, Spank!. Dopo questa piccola premessa presentiamo dunque i Torakiki !

Torakiki @Area51 Si tratta di un trio elettro-wave bolognese di adozione composto da ALESSANDRO RIZZATO (synth), GIACOMO GIUNCHEDI (bass, synth, vocals), KEVIN PARRINO (drums, synth, vocals), dal punto di vista strutturale e sonoro un’evoluzione in chiave elettronica del loro iniziale progetto Math-Rock a nome La Haine. Nel corso del 2013 compongono quindi una prima serie di brani dal sapore ambient-noise, di cui tre verranno registrati e pubblicati nell’ep di debutto del 2014 “Mondial Frigor”, registrato presso Lo Studio Spaziale a Bologna da Roberto Rettura (Iosonouncane, Calibro35) e anticipato da “Dorothy”, primo brano estratto con tanto di videoclip. Dopo un fortunato tour in giro per l’Italia nel corso del 2015 il trio si dedica al completamento delle registrazioni del suo primo full-lenght “Avesom” (italianizzazione della parola inglese “awesome”), che uscirà poi il 26 febbraio 2016 per la label tedesca Symbiotic Cube.

La band mescola con gusto IDM, ambient ed elettronica pur mantenendo di fondo una malcelata impronta post-rock primigenia, dando un tocco di personalità e apportando una ventata di freschezza all’interno dell’inflazionata e spesso ridondante scena indie/elettronica grazie ad una gran capacità di alternare in ogni brano minimalismo e barocchismo in un gioco di montaggio e smontaggio della struttura sonora, servendosi qua e là in maniera piuttosto inusuale di parti cantate in lingua italiana.
La caratteristica sonora peculiare del trio è il sapersi discostare dalle logiche da “producer” che solitamente guidano le composizioni tipiche della musica elettronica, tralasciando dunque assemblamenti di campionamenti/loop creati a tavolino e asservendosi invece in fase di scrittura delle dinamiche da sala prove tramite lunghe sessioni di musica “suonata” in cui si divertono a processare, rimescolare e sviluppare tutto quello che hanno in mente. E il risultato è un bel maelstrom sonoro nel quale si resta piacevolmente in balìa.

Questo è il bellissimo video di “Luxard”, bel brano tirato scelto come apripista di “Avesom”: il video è stato girato ad Hong Kong da Maison Blamage, pseudonimo dietro cui si cela il regista Giovanni Aloi.

TORAKIKI – LUXARD (Official Music Video) from Torakiki on Vimeo.

Facebook: Torakiki
Bandcamp: https://torakiki.bandcamp.com/releases

E ovviamente, arrivati a questo punto, ricordiamolo insieme!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...