Puntata 24 – Bachi Da Pietra

Bachi Da Pietra

Visto e considerato che di cose da dire ce ne saranno davvero tante, cominceremo quest’ultimo appuntamento ufficiale della stagione direttamente con i saluti e i ringraziamenti di rito per tutti voi che ci avete supportato durante questa annata indimenticabile, contraddistinta (tra le altre cose) dalla scoperta di nuove grandi realtà musicali che hanno viaggiato di pari passo con altrettante grandi puntate, alcune delle quali Speciali con la S maiuscola dedicate ad artisti che hanno fatto la storia e la geografia dell’underground italiano; e apparterrà proprio a quest’ultima tipologia la puntata che abbiamo in serbo per voi questa settimana, per festeggiare in pompa magna la chiusura di questa edizione e, soprattutto, per introdurvi come si deve ad una serie di grandi novità che ci interesseranno non solo a breve ma anche in prospettiva futura. Pertanto spalancate le orecchie e beccatevi questa botta di energia con i nostri ospiti di eccezione, i Bachi da Pietra, freschi di un nuovo Ep celebrativo del loro primo decennio di attività.

Bachi da Pietra @Area51

Giovanni Succi (voce, chitarre e basso) (ex Madrigali Magri) e Bruno Dorella (batteria) (ex Wolfango e colonna portante di Ronin ed OvO), due tra i migliori e più versatili musicisti del panorama Rock underground italiano, danno vita al progetto sopra citato nel 2004, esordendo già l’anno successivo con Tornare alla Terra (Wallace Rec., registrato nella cripta della Chiesa di Sant’Ippolito di Nizza Monferrato) e ripetendosi due anni dopo con Non Io (Wallace Rec./ Die Schachtel) e Tarlo Terzo (2009, Wallace Rec./Bronson produzioni), disco che lascia intravedere una certa maturità artistica. Grazie ad un’idea di Francesco Donadello dei (anch’essi protagonisti di una puntata speciale qui ad Area51) Giardini di Mirò, il quale propone alla band di registrare alcune tracce all’interno del Teatro Dimora all’Arboreto di Mondaino nell’arco di un giorno e di una notte, nel 2010 realizzano il live Insect Track, un vero 33 giri con un Lato A e un Lato B accompagnato da un DVD contenente le riprese video ad opera di Luigi Conte e Rizoma Film; quasi in contemporanea esce anche il loro quarto album, Quarzo (Wallace Rec./Santeria).

In queste produzioni la linea guida era piuttosto un rock-blues marcissimo dai suoni scarni e dalle atmosfere minimali e suburbane, di difficilissima catalogazione all’interno della scena italiana ma che sottointendeva un’intenzione e un espressività di altissimi livelli qualitativi. Tuttavia la band decide di effettuare una variazione sul tema già a partire della realizzazione dello Split Ep del 2011 (La Tempesta / Wallace Rec. / Bronson Prod. / Estragon Lab, / Circolo Degli Artisti) in compartecipazione con i Massimo Volume, precursore dell’album capolavoro Quintale (2013, La Tempesta/Woodworm, produzione a cura di Giulio Ragno Favero), molto più duro e possente e allo stesso tempo più immediato dei suoi predecessori: dalle session di Quintale verrà dato alle stampe (per modo di dire, trattandosi di un prodotto a tiratura limitata) nello stesso anno l’Ep Festivalbug (Corpoc).

Per celebrare il decennale di attività la band ha fatto uscire da poco un altro Ep intitolato Habemus Baco (Wallace Rec./Tannen Records/ La Tempesta Dischi in vinile bianco in edizione limitata, affiancato da dieci bottiglie di Barolo del 2005) dove la musica diventa, se possibile, ancora più pesante rispetto a quanto mai scritto finora, mettendo in risalto tutte le malcelate intenzioni Metal insite da sempre nella loro musica, pur mantenendo un punto di contatto con le cosiddette “sfuriate sottovoce” degli esordi. Nel corso della puntata avrete modo di “apprezzare”, con un autolesionismo vicino al concetto di estasi, l’intensità e la densità di quelle botte sullo sterno sonore con cui i Bachi Da Pietra si divertono a colpirci con abbondanti dosi di aggressività, ora velocemente ora lentamente. Il tutto con una cura per i suoni, la produzione, i brani e l’immaginario a dir poco maniacali e pertanto prossimi alla perfezione, il tutto pur essendo soltanto in due, il tutto in maniera fieramente non convenzionale!

Tra le ottime tracce contenute nel nuovo Ep si distingue senza ombra di dubbio l’infernale “Amiamo la Guerra”, rivisitazione dell’omonimo articolo interventista dello scrittore e poeta Giovanni Papini del 1914 dove droni, atmosfere vicine al concetto di Black Metal e voce recitata/turbata accentuano oltremodo il marciume, l’irrequietezza e l’oscurità, toccando incredibili livelli di suggestività:

SITO WEB: WWW.BACHIDAPIETRA.COM
FB: WWW.FACEBOOK.COM/BACHIDAPIETRA
SOUNDCLOUD: Soundcloud.COM/BACHIDAPIETRA
BANDCAMP: BACHIDAPIETRA.Bandcamp.COM

Si unisce ai saluti finali anche la redazione di Kalporz.com e lo fa come sempre in grande stile attraverso la rubrica Instant Kalporz proponendoci l’ottima U.S Girls, artista proveniente dall’Illinois (da cui poi se ne è andata per non avere a che fare con i famosi nazisti…) con una decina di anni di carriera alle spalle ma pronta a sfornare a breve un nuovo e più interessante album per la storica label 4AD, dove potremo apprezzare una bizzarra ma intrigante commistione tra Grimes e Ariel Pink attraverso venature noise-pop: il singolo scelto come apripista sarà “Damn That Valley”.

Vi diciamo di più? Ok.

U.S Girls terrà la sua unica data italiana Sabato 27 Giugno in occasione (o in concomitanza) della Kalporz15 night, evento con il quale la nostra partner webzine festeggerà il suo quindicesimo compleanno presso un locale a noi molto caro, l’Hana-Bi di Marina di Ravenna, la celebre spiaggia dei nostri e loro partner di Bronson Produzioni.

Vi diciamo ancora di più? Ok.

Approfittiamo per segnalarvi in anteprima (TA-DAH!) che questa sarà la location nella quale, come del resto ormai da anni, si svolgerà il nostro immancabile Area51 Summer Festival, evento dedicato alle esibizioni live di alcune tra le migliori realtà musicali che sono state ospitate nel corso delle varie edizioni all’interno della nostra trasmissione. Vi daremo maggiori dettagli nelle prossime settimane, sia sui nostri canali web che nel corso della messa in onda dei nostri consueti “Best of” di fine stagione, tuttavia vi annunciamo brevemente la line-up, forse una delle più esplosive di sempre.

Innanzitutto gli ospiti di quest’ultima puntata speciale, ovvero i Bachi Da Pietra (SORPRESA!)!
E poi i nostri vecchi amici Dadamatto!
E inoltre, la rivelazione dell’anno, i Barely Awake!
E per finire, in apertura del festival, i Pip Carter Lighter Maker e il loro revivalismo anni 60′!

>>>Appuntamento Sabato 8 Agosto, Hana-Bi, Marina di Ravenna, Spiaggia 72<<<.

That’s All, Folks! Abbiamo provato a dirvi di più ma in effetti non è abbastanza per cui continuate a restare sintonizzati poiché, come accennato in precedenza, nelle prossime settimane saranno previste alcune puntate riassuntive nelle quali sarà contenuta una retrospettiva sui protagonisti dell’intera edizione appena conclusa. Si tratta di una panoramica d’insieme ridistribuita in 3 parti di cui la prima andrà in onda a partire da Venerdì 26 Giugno su Radio Città del Capo per poi proseguire durante l’arco della settimana anche su Radio Tandem di Bolzano e Radio Popolare Salento Per chiunque volesse farsi un bel ripassino appuntamento allora qui sul Blog a partire da Venerdì prossimo. E ricordatevi che vi dobbiamo dare ancora maggiori informazioni sull’Area51 Summer Festival 2015….

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...