Puntata 20 – Stromboli

stromboli2

Stromboli è il nome di una delle isole che compongono l’arcipelago delle Eolie, la quale è costituita da uno dei vulcani più attivi del mondo, caratterizzato da una moderata ma persistente attività esplosiva, chiamata appunto stromboliana. Effettivamente sarebbe davvero sufficiente questa semplice introduzione per descrivere idealmente nella forma e nella sostanza l’ospite di questa ventesima puntata di Area51, una vecchia conoscenza dell’indie nostrano che ha da poco dato vita a questo progetto nomen omen, ma da strenui sostenutori del Dicci di Più quali siamo cercheremo appunto di darvi qualche altra indicazione, come si conviene per tutti i nostri selezionatissimi e graditissimi ospiti. Tanto per cominciare, ribadiamo che isola e vulcano e ospite hanno lo stesso nome, Stromboli!

Stromboli @Area51

Nome d’arte dunque dietro il quale si cela Nico Pasquini, già chitarrista dei nostri cari indimenticabili ospiti di qualche stagione fa Buzz Aldrin e bassista di His Clancyness, all’esordio solista con questo debut Ep omonimo uscito per la neonata etichetta indipendente Maple Death Records ideata da Jonathan Clancy (His Clancyness ma soprattutto A Classic Education, protagonisti di una puntata speciale sempre qui ad Area51). Si tratta di un lavoro di 6 tracce di musica “apocalittica” edito nel caratteristico formato di audiocassetta (che non a caso è andato esaurito in poco tempo) e che ha suscitato un inaspettato quanto meritato successo presso la stampa straniera, culminando addirittura in una bella recensione da parte di Simon Reynolds sul suo blog, uno dei giornalisti musicali più influenti al mondo.

E del resto non possiamo dare a loro torto data la complessità stilistica che contraddistingue il lavoro in questione, espediente che quando usato con criterio sa facilmente stuzzicare i palati più fini ed esigenti. Partendo da una base post-rock, i brani sono pervasi da una continua ed inesorabile inquietudine suscitata da elementi ambient, pulsioni rumoriste ed echi post-industriali, sviluppandosi quasi come fossero composizioni di musica contemporanea e a tratti addirittura concreta.
Uno stato mentale rielaborato con suoni analogici da cui lasciarsi travolgere, senza cercare punti di riferimento oppure un ordine precostituito ma coglierne invece tutte le sfumature di grigio e nero, in un’ottica necessariamente animista.

Questa è “Canyons”, ad aprire il lato B della cassetta, ed è qui che comincia la vera eruzione del vulcano:

Uno spettacolo naturale da vivere in maniera audiovisuale, non necessariamente dalla vicina Panarea.

LABEL: http://www.mapledeathrecords.com
SITO WEB: http://sstromboli.tumblr.com/
FB: https://www.facebook.com/sstromboli?ref=hl

Collegando idealmente l’isola con un noto ponte si arriva a Brooklyn, dove dalla locale scena underground i nostri amici della webzine Kalporz.com sono andati a scovare il duo Shana Falana (formato dalla omonima vocalist e da Michael “Conoscere gente sul treno” Amari) e poi ce l’hanno proposto per la consueta rubrica Instant Kalporz. Shoegaze e Psych-Rock e chitarrismo a go-go gli ingredienti del loro debut “Set Your Lightning Free” (Team Love Records).

Bene. Se i lapislazzuli non hanno centrato ne le vostre teste ne le vostre automobili, ne tantomeno la colata lavica vi ostacola il cammino, l’appuntamento è per la settimana prossima, sempre qui ad Area51.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...