Puntata 16 – Johann Sebastian Punk

Johann Sebastian Punk

Termini come modestia, naturalezza, spontaneità, frasi come “l’importante è partecipare”, “ho fatto del mio meglio” non appartengono neanche lontanamente ne al vocabolario ne al credo degli ospiti di questa sedicesima puntata di Area51: adeguandoci volentieri al loro modo di fare li presentiamo facendo notare molto sfacciatamente che si tratta di una delle migliori nuove realtà musicali che potesse mai capitarci di avere tra le mani. Gli Johann Sebastian Punk, che tra le altre cose ci presenteranno in anteprima radiofonica il loro nuovissimo album “More Lovely And More Temperate“ la cui uscita è prevista altrimenti per il 14 Aprile.

Johann Sebastian Punk @Area51

Il progetto nasce, cresce e si sviluppa in quel di Bologna a partire dalla vulcanica mente, dalla versatilità musicale e dalle notevoli doti compositive del giovane cantautore messinese Massimiliano Raffa (voce e chitarra) il quale, dopo una trionfale esperienza nel 2011 ad Italia Wave con i Fish In God’s Aquarium (da notare l’acronimo dal grande spessore artistico), scrive una serie di brani che attendono soltanto che qualche ottimo musicista si accorga del loro valore per poi suonarli dal vivo insieme a lui. In circostanze ancora non propriamente chiare Pino Potenziometri (basso e cori – già ospite in una passata edizione di Area51 col suo vero nome come bassista e cantante dei Good Morning Mike), Johnny Scotch (tastiere, sintetizzatori, sequencer), e Albrecht Kaufmann diventano i prescelti con cui diffondere il verbo. Tra i vari e spettacolari concerti eseguiti da questo curioso sodalizio va senz’altro annoverato il live con tanto di premiazione al MEI di Faenza dove, su esplicito invito di Enrico Ruggeri, la band si esibisce in una cover in lingua inglese del suo vecchio inno “Contessa” che appunto gli vale la vittoria indiscussa nel contest Indipendente Mente, realizzato proprio per celebrare i 30 anni di carriera di “colui che suonava punk prima di noi”.

Come si accennava in precedenza è in uscita dunque il loro primo album ufficiale “More Lovely And More Temperate“ per SRI Productions, edizioni Irma Records, con produzione artistica a cura di Beatrice Antolini e Daniele Calandra: nel live che la band ha registrato per la nostra trasmissione ne potrete ascoltare in anteprima vizi e virtù. Il lavoro di per se costituisce un’enorme presa in giro all’arte e a ciò che è diventata, pertanto la componente musicale vera e propria e quella scenografica sono due elementi inscindibili che viaggiano di pari passo per raggiungere un solo risultato: distruggere il concetto di genere musicale.
Pertanto in ogni singolo brano si possono apprezzare barocchismi sonori dagli arrangiamenti volutamente esasperati, aperture melodiche strappamutande, rumorismi, psichedelia, derive pop quasi da classifica, sfuriate Rock&Roll e audaci citazioni da noti movimenti di compositori di musica classica. Questo poiché al contrario di quanto avviene ultimamente nella maggior parte della musica indipendente nazionale (dove paradossalmente ogni band rifà il verso ad un’altra, creando un circolo chiuso in cui sguazzare senza che venga sviluppata una reale proposta musicale innovativa), si cerca di dare attenzione alla composizione intesa nella sua totalità, seguendo l’insegnamento delle band storiche che in passato hanno reso grande il Rock propriamente detto proprio perché non hanno mai avuto paura di osare, sperimentare e divagare, senza timori alcuni, gettando di fatto le basi per il futuro. Sulla base di questa dicotomia temporale tra modo di pensare la musica figlio di quell’epoca e realizzazione di qualcosa di “futuristico”, a dirigere il tutto interviene la capacità interpretativa e la teatralità del cantante Massimiliano Raffa, deus ex machina di cotanto sfarzoso, ambizioso e provocatorio progetto. Ovviamente gli altri musicisti non sono da meno!

Questa è “Jesus Crust Baked”, singolo “natalizio” che sta anticipando l’uscita dell’album ufficiale, un potenziale esempio di come un intero musical possa essere paradossalmente racchiuso in un singolo brano.

Come indica anche il loro monicker, gli Johann Sebastian Punk sono una band dalle gradi qualità umane, in grado soprattutto di coinvolgere il proprio pubblico, pertanto seguite la loro attività e quando potete non perdetevi neanche uno dei loro live:

Facebook: Johann Sebastian Punk

Questa settimana Instant Kalporz, la rubrica a cura della redazione di Kalporz.com, dedica la sua attenzione verso Frankie Cosmos, giovanissima folksinger che dopo una serie di 40 collezioni di Mp3 ha finalmente registrato il primo vero disco ufficiale dal nome “Zentropy” (in uscita per Whammy Whammy Records), 10 canzoni in poco più di venti minuti.

That’s all, folks! Appuntamento alla settimana prossima con una nuova fiammante puntata di Area51.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...