Puntata 3 – JoyCut

JoyCut

E cosi, nel mentre che ci si avvicina ormai sempre di più alle feste con il loro bel carico di corse frenetiche al regalo, scadenze e buoni propositi a cui in realtà nessuno crede davvero, Area51 continua incessantemente la sua ricerca in lungo e in largo per il Paese delle migliori nuove realtà musicali, scova l’ennesima straordinaria band e ce la propone senza pensarci troppo come protagonista della terza puntata della stagione; e anche in questo caso si tratta di un trio composto da membri provenienti da differenti realtà geografiche ma che hanno unito le loro menti e stabilito una base di partenza in un’altra città. Ergo, da Bologna, i JoyCut!

JoyCut @Area51

La band, che per ragioni artistiche e stilistiche preferisce presentarsi anagraficamente come un tutto indistinto anziché una somma algebrica di musicisti relegati ognuno al proprio strumento, si forma nel lontano 2001 e a cavallo tra il 2003 e 2004 registra l’EP “Anyflies”: sempre nello stesso anno in occasione del Pollino Music Festival presenta il primo full lenght “A Fish Counter”. Dopo una partecipazione ad Arezzo Wave nel 2006 produce un disco “privato” dal titolo “The Strange Tale of Mr.Man” a cui seguirà il singolo “Plastic City”, per poi arrivare l’anno dopo al primo vero disco ufficiale, “The Very Strange Tale of Mr.Man” (2007). Negli anni il trio si fa notare per una lunga serie di tour italiani (tra cui va doverosamente menzionato l’opening act agli Editors nel 2008) e di partecipazioni ad importanti festival internazionali (Balcony TV Show di Dublino, l’I-Day, dividendo il palco con gli Arcade Fire, il CO2 di Copenhagen e il Canadian Music Fest in Canada) fino alla pubblicazione di “GhostTreesWhereToDisappear” (2011, prodotto da Jason Howes). E’fresca di pochi mesi, inoltre, l’uscita del loro nuovissimo “PiecesOfUsWereLeftOnTheGround” (2013, IRMA Records), registrato tra Bologna, New York e Düsseldorf.

Il risultato di questo ricco bagaglio di esperienze si concretizza in un vero e proprio stream of consciousness sonoro, dove la musica diventa il veicolo per descrivere personalissimi viaggi mentali. Senza troppe definizioni artefatte si tratta di elettrowave quasi completamente strumentale, dall’impronta british ed accuratamente arrangiata, in cui spicca la capacità del trio di osare, di dilatare fino ai limiti del possibile ogni brano utilizzando tutte le più adeguate risorse sonore a loro disposizione, grazie anche ad un approccio al concetto di elettronica fuori dal comune, moderno e finalmente scevro dal solito stucchevole revivalismo anni 80′ che spesso contraddistingue la maggior parte delle uscite contemporanee nostrane.

Questo il video di “Wireless”, brano di apertura dall’ultimo “PiecesOfUsWereLeftOnTheGround” in cui si incontrano e si impastano in maniera fluida elementi di kraut, shoegaze e sfumature trance.

Citando testualmente: […]”Il nome JoyCut deriva dall’unione concettuale tra “Joey”, canzone di Nick Drake tratta da “Time of No Reply” e “Cut”, derivante da “The Final Cut” di Roger Waters, inserita nell’omonimo album dei Pink Floyd“[…].
In questo monicker, seppure nella seconda metà il riferimento ai maestri del Rock psichedelico poteva essere in qualche modo colto se non altro per affinità di alcuni elementi sonori, per questo stesso motivo tutti avremmo pensato per la prima metà ai Joy Division. E invece no. Pazienza!

Sito Web: www.joycut.com
Facebook: www.facebook.com/JoyCutOfficial

A partire da questa puntata Area51 inaugura inoltre, in collaborazione con la sua media partner webzine Kalporz.com, una nuova rubrica musicale dal titolo Instant Kalporz: in questo spazio collocato di in appendice alla puntata, la redazione ci propone ogni volta una nuova realtà musicale internazionale, dunque una sorta di continuazione fuori dai confini di stato della mission di Area51, sempre e comunque nel nome della valorizzazione della più interessante musica underground disponibile. Non vi resta allora che andare a scoprire la musica dei Frankie Teardrop, dei quali qui vi viene proposto il brano “Chicago”.

La prossima settimana, oltre ai consueti saluti, baci ed auguri di rito, vi attenderà la prima grande sorpresa della stagione: si tratta di una puntata speciale che vi accompagnerà per tutto il periodo delle feste, pertanto, No Excuses and Stay Tuned!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...