Puntata 24 – Occhioterzo

Siamo ormai giunti alle battute finali anche di questa edizione di Area51, il primo spazio live radiofonico dedicato alle nuove realtà musicali in onda tutte le settimane sulle principali radio del circuito Popolare Network: un’edizione che al di là di tutto ciò che purtroppo è accaduto negli ultimi tempi ci auguriamo verrà piuttosto ricordata per le molteplici ed importanti novità che l’hanno fin qui accompagnata e, ovviamente, per la notevole caratura degli ospiti di volta in volta venuti qui in studio a trovarci. Per la legge del contrappasso, contrariamente a quanto avvenuto per i nostri ospiti della puntata precedente, la band protagonista di questa puntata numero 24 proviene addirittura dalla lontana Puglia, per l’esattezza da Castellana Grotte e, dettaglio non trascurabile, è giunta sin qui apposta per noi! Con un certo orgoglio è d’uopo dunque presentarli come si deve: loro sono gli Occhioterzo

Giampiero De Leonardis (Chitarra e Voce), Antonello Nitti (Batteria) e Francesco Maria Antonicelli (Basso) cominciano ufficialmente la loro avventura come “Power Trio” a partire dal 2009 con la pubblicazione del Demo autoprodotto dal titolo “Noia e il modo”. Un anno più tardi verrà invece dato alle stampe “Maestri distorti” un Ep di 4 brani sempre autoprodotto e registrato in modalità completamente analogica: la band attualmente è al lavoro per la realizzazione del loro primo vero album il quale avrà lo stesso titolo dell’Ep.

Descrivendo la musica di questo simpatico terzetto potremmo subito affermare che abbiamo finalmente il piacere di riascoltare un po’ di sano Alternative Rock italiano Anni 90 , in buona parte sulla falsariga di quelle indimenticabili (e per chi scrive indimenticate) sonorità che fecero la fortuna di molte band nostrane (alcune ancora oggi sulla cresta dell’onda, altre purtroppo cadute nell’oblio molto spesso ingiustamente). Pazienza se tecnicamente la classificazione di genere sopra riportata sia in realtà inesistente in quanto questo tipo di Rock è in origine e solitamente appannaggio di band britanniche e nordamericane: del resto, proprio come avveniva per i loro predecessori del decennio citato, i nostri danno fondamentale importanza al cantato in italiano e il riuscire, peraltro in maniera così efficace ed ispirata, a far viaggiare di pari passo metriche e contenuti con questo tipo di sonorità è una dote tutt’altro che comune (infatti come ben sappiamo di solito molte proposte di questo tipo vengono vanificate proprio a causa di un utilizzo banale o superficiale di testi e liriche su contesti musicali invece validi) e dunque un valore aggiunto.

Come per fortuna spesso accade è la qualità e l’originalità della proposta musicale di band come questa che ci permettono di distinguere chi ha realmente dei contenuti da trasmettere da chi invece ci propina piattamente la cosiddetta “solita pappa”, più delle volte completamente derivativa e senza personalità.
Brani dunque energici, distorti e massicci, intrisi qua e la di spiccate venature Stoner e passaggi Blueseggianti e nei quali da un punto di vista prettamente strumentale viene esaltata l’anima di ogni singolo strumentista (grazie anche all’utilizzo di suoni prettamente analogici): una musica sincera, suonata senza eccedere in inutili virtuosismi poiché del resto, per citare l’ottimo batterista della band, “i fronzoli sono fronzoli”!
Eccone un fulgido esempio in questo brano dal titolo “Narciso”, per dirla in maniera prosaica, un pezzo davvero figo!

Ebbene, da adesso in poi avrete più di qualche possibilità sensoriale, se non una vera e propria nuova protesi percettiva, per vedere cosa gli Occhioterzo hanno in serbo per voi nel futuro prossimo:

Facebook: OcchiOterzO
MySpace: www.myspace.com/occhioterzo

Non resta allora che darvi l’appuntamento a Venerdì prossimo qui sul nostro Blog per presentarvi i protagonisti dell’ultima puntata ufficiale di questa stagione di Area51. Arrivati a questo punto non potrete di certo mancare, non vi pare?

E’ infine quantomeno doveroso, in seguito al devastante Sisma che ha sconvolto la nostra Emilia, esprimere il nostro cordoglio per le vittime di tale catastrofe e la massima solidarietà e vicinanza alle popolazioni colpite, con la viva speranza che queste genti possano tornare quanto prima alla normalità.

“O natura cortese,
Son questi i doni tuoi,
Questi i diletti sono
Che tu porgi ai mortali[…]”
(La Quiete dopo la Tempesta, Giacomo Leopardi)

Advertisements

Un pensiero riguardo “Puntata 24 – Occhioterzo”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...