Puntata 23 – Rigolò

Quando parliamo di Area51 oltre a ricordare ai nostri amici ascoltatori che va in onda ogni settimana sulle principali emittenti radio del circuito Popolare Network spieghiamo sempre anche che si tratta di uno spazio live dedicato alle nuove realtà musicali del panorama indipendente italiano. Si consiglia pertanto di prestare particolarmente attenzione a quest’ultima frase, poiché si parla indirettamente di intero territorio nazionale su cui rivolgersi per scovare i migliori artisti da proporre di volta in volta; tuttavia le esperienze di vita ci insegnano che tutto quello che si cerca ostinatamente in lungo e in largo delle volte lo si possa trovare anche soltanto varcando la propria porta di casa.

Tutto questo soltanto per raccontarvi con una nota di colore che per una serie di coincidenze gli ospiti in studio di questa puntata numero 23, oltre ad avere dalla loro ovviamente una proposta musicale valida ed originale, sono nel vero senso della parola “la band della porta accanto” (e del resto, sempre per essere folkloristici, se per caso c’è qualcuno tra voi di Roma e dintorni sa benissimo a cosa corrisponde il numero 23): li presentiamo per nome, loro sono i Rigolò

Progetto indissolubilmente legato alla figura del suo Deus ex Machina Andrea Carella, polistrumentista romagnolo che dopo 6 anni di gloriosa militanza nei Comaneci decide di raccoglierne l’eredità musicale per poi svilupparla in altre forme sotto questo nuovo Monicker: all’attivo il debut-album “Cocoons should die young” e poi il recente Ep targato Iridella Records “Can You Hear Me”, realizzato con una formazione a tutt’oggi composta da Jenny Burnazzi (violoncello, anch’essa già nei Comaneci) e Massimiliano Rassu (basso).

Una musica decisamente intimista ma mai minimale e anzi ben articolata, dove derivazioni Post-Rock, sensibilità cantautoriale e un certo gusto per le Colonne Sonore fungono da contorno a singolari intrecci compositivi tra un’anima acustica ed una elettrica: di queste peculiarità ne trae beneficio senz’altro la scrittura dei brani al cui interno si possono apprezzare digressioni sonore di alto livello e divertissement capaci di esaltarne il loro notevole potenziale compositivo.

La title track del loro recente Ep qui sotto proposta è un brano che al primo ascolto ha il potere di spiazzare ma nello stesso tempo incuriosire l’ascoltare per poi portarlo a premere ripetutamente, non appena si è concluso, il tasto “repeat”: ascoltare per credere, un brano con un’impalcatura di stampo elettrico scandita da un basseggio molto efficace ma in cui gli altri strumenti sono arrangiati in modo acustico, con epilogo urlato in maniera Post-Hardcore e che rimanda a quel senso di disagio e disperazione avvertibile nei finali di alcuni brani di quel capolavoro del Rock che risponde al nome di “The Wall”! Saper trasmettere in maniera così apparentemente semplice cotanta empatia è davvero merce rara!

Un progetto artisticamente simpatico e “burlone” che si diverte tranquillamente a spiazzare chicchessia, non soltanto a livello musicale ma già a partire dal nome stesso, a meno che qualcuno non conosca a menadito il francese: del resto l’interpretazione delle cose, vita compresa, spesso non può prescindere dagli accenti!

Facebook: Rigolò

MySpace:www.myspace.com/rigolo1

Niente da dire, una band davvero molto interessante che va ad arricchire un finale di stagione che va sempre più in crescendo: ragion per cui restate sintonizzati e non mancate assolutamente i prossimi appuntamenti in compagnia dei nuovi protagonisti della “settimana di Area51“, come sempre a partire dal Venerdì sul nostro Blog.

Un pensiero riguardo “Puntata 23 – Rigolò”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...