Puntata 16 – Donkey Breeder


.

La sedicesima puntata di Area51, il primo contest radiofonico per le nuove realtà musicali, è stata finora una delle più travolgenti e non poteva essere altrimenti vista la proposta musicale della band ospitata. Loro sono i Donkey Breeder band modenese nata nel 2007 composta da Samuele Leo (chitarra), Alessio Cortelloni(chitarra), Tommaso Urzino (batteria), Matteo Bassoli (basso) e che ha può giustamente vantarsi, tra le altre cose, di aver condiviso il palco con artisti come Bologna Violenta, Morkobot, Last Minute to Jaffna e altre importanti realtà musicali della scena underground italiana.

Il loro primo EP “Ergot” è uscito nel 2008 e la sua produzione è stata affidata allo Studio 73 di Ravenna.
Samuele e Alessio, nonostante i postumi riconducibili ad un weekend di matrice alcoolica (elemento tipicamente Rock’n Roll, che lo si voglia ammettere o meno) durante l’intervista hanno mostrato di contro una notevole lucidità per quello che riguarda la loro idea di musica, dunque di come trasmetterla e proporla: in tal senso hanno in qualche modo espresso la volontà di realizzare un Concept Album, e del resto già solo il pensare di strutturare un lavoro del genere equiparandolo alla costruzione di una Colonna Sonora cinematografica non è certo da tutti.

Come accennato in precedenza, il live che i nostri ospiti ci hanno proposto è a dir poco devastante: i Donkey Breeder sono un progetto totalmente strumentale che se da una parte potrebbe sembrare ostico per gli amanti della melodia facile, risulta invece pane per i denti di tutti quelli che adorano i suoni distorti e le disritmie. Il live è composto da loro brani editi ed inediti in cui la Psichedelia di matrice settantina si intreccia col Prog-Metal, suonati con indiscutibile perizia strumentale: una goduria per tutti coloro che come me adorano band come Tool e King Crimson.

Potremmo dire che anche gli ascolti che i Donkey Breeder hanno voluto condividere con il pubblico di Area51 ricalcano giustamente in maniera pedissequa il loro modo di intendere la musica: ed ecco allora in rapida (si fa per dire) successione gli alfieri del Math Rock Don Caballero con “Mmmmm Acting I Love Me Some Good Acting” e i poliedrici Porcupine Tree con la fantastica “Blackest Eyes”, un brano accattivante come pochi. Un accoppiata micidiale!

Seguite fiduciosamente l’asinello durante il suo percorso musicale e state sicuri che non sbaglierete mai strada!
MySpace: http://www.myspace.com/donkeybreeder
Facebook: Donkey Breeder

Questa settimana Pixel d’Inchiostro, lo spazio dedicato alle nuove forme di scrittura, ha avuto come ospite Luciana Manco, autrice di un libro di poesie dedicato ad Andrea Pazienza (con prefazione di Manuel Agnelli e un intervento di Ascanio Celestini), e collaboratrice di losthighways.it
.

Il prossimo appuntamento con Area51 è di quelli da seguire sorseggiando nel mentre un bicchiere di buon vino: a tenervi compagnia ci sarà la musica a dir poco “elegante” degli Atreio Sbrolli Duet. Atmosfera ideale per trascorrere una domenica sera in compagnia di Città del Capo – Radio Metropolitana!
Concedetevi intanto già a partire dall’inizio della settimana un aperitivo con la loro “Seven Shots”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...