Puntata 14 – Delay_House


.

“Elementi di tecnologia applicata alla musica” potrebbe essere il titolo di questa quattordicesima puntata di Area51: una “presumibile” materia d’esame dunque suggerita già a partire dal nome della band ospite, i Delay_House, progetto riminese nato nel 2009 e capitanato dal produttore e musicista Fabio Celli (il quale annovera nel suo curriculum collaborazioni con Cosmetic, Ich Bin Die SheiBe e Seminole), insieme a Emiliano Battistini, Andrea Muccioli e Alessandro Tripi.

Il loro nuovo album è fresco d’uscita (11 marzo) ed è ascoltabile in free download su questo Link.

E sono stati proprio Fabio ed Emiliano a descriverci la circostanza davvero singolare in cui è nato il loro progetto, a partire da un loro approccio alla musica squisitamente tecnologico e figlio della lezione impartita in tal senso dai progenitori della canzone Pop Rock così come la intendiamo noi, ovvero i Fab Four Beatles! Ma durante il corso dell’intervista abbiamo anche potuto constatare che la passione di Fabio per la tecnologia e l’elettronica in particolare va anche ben oltre la sfera musicale, mentre di contro Emiliano affonda le sue influenze nella Musica cosiddetta Classica. Un esempio quindi di gruppo musicale in cui convivono in armonia tradizione e modernità!

Il live che ci hanno proposto è l’esempio pratico di questo loro ideale musicale: dal punto di vista tecnico i Delay_House affermano di rubare letteralmente gli elementi tipici dall’elettronica per “migliorare” quello che è lo stile tipico del Rock. Ne derivano atmosfere decisamente low-fi in cui i musicisti sembrano interessarsi maggiormente, sempre per loro stessa ammissione, a suonare gli effetti dei propri strumenti che non invece gli strumenti veri e propri. Il risultato non è però mai fine a se stesso e anzi crea una sorta di parallelismo sonoro davvero interessante.

In linea con l’idea di musica che vogliono trasmetterci i Delay_House, la ricerca tecnologica applicata all’arte musicale è anche la principale prerogativa delle band a cui appartengono i brani che la band ha proposto per il pubblico di Area51: non potevano dunque mancare i Lali Puna con “Micronomic”, men che meno gli Shellac del mostro sacro in materia Steve Albini con “Copper” e appunto i prima citati Beatles con Tomorrow Never Knows, la cui presentazione è da considerarsi pleonastica.

Per una dovuta visita nella casa ideale del Delay:
Sito Web: www.stoprecords.it
Facebook: Delay_House
MySpace: www.myspace.com/delayh

L’ormai consueto appuntamento con Pixel d’Inchiostro, lo spazio dedicato alle nuove forme di scrittura ha visto come ospite di questa settimana Giuliana Borghesani. Un nome da tenere assolutamente d’occhio!
.

Il prossimo appuntamento di Area51 sarà in compagnia di ManzOni, un progetto la cui musica spazia tra canzone d’autore, blues e post rock. Come sempre domenica sera alle 21, come sempre su Città del Capo – Radio Metropolitana!

Attendetelo con pazienza con l’ascolto di questo brano, “Scappi”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...