Puntata 7 – Soviet Soviet

.
.

Pronti e via, si ricomincia alla grande: se è vero che il buongiorno si vede dal mattino, allora già da questa prima puntata del 2011 gli ascoltatori di Area51 si saranno potuti senz’altro fare un’idea precisa di cosa li aspetterà nei mesi a venire, musicalmente parlando!
I primi ospiti dell’anno solare sono stati i Soviet Soviet, trio pesarese attivo da due anni con già ben due Ep e un 45 giri dati alle stampe e che nei prossimi mesi sarà impegnato in un intenso tour sia in Italia che all’estero.

Andrea Giometti (voce e basso), Alessandro Ferri (batteria), Alessandro Costantini (chitarra e voce) nel tratteggiarci la loro biografia ci hanno descritto la scena musicale della loro città, Pesaro, tutto sommato fiorente nonostante un pubblico non molto interessato a darle l’importanza che meriterebbe (sia come spazi da mettere a disposizione che in quanto a partecipazione attiva): un problema quest’ultimo che li riguarda però (come riguarda del resto anche altrettante valide realtà musicali nostrane) non solo a livello locale, poiché purtroppo la situazione a livello nazionale è comunque più o meno la stessa! Non è infatti un caso che il trio sia molto attivo sul piano dei live soprattutto all’estero, e che inoltre per sua stessa ammissione prediliga sia le locations che il pubblico di altri Paesi.

Il live che ci hanno proposto i Soviet Soviet è a dir poco esplosivo e decisamente al di sopra della media per “tiro” ed esecuzione. A livello di genere, impatto ed approccio le loro sonorità riecheggiano quella tradizione musicale italiana di fine anni 80 prerogativa di band come i primi CCCP, i primi Litfiba, i primi Diaframma, i Krisma. Sonorità che in termini di resa finale vengono rielaborate poi sottoforma di un ottimo miscuglio di New Wave e di Post Punk di matrice inglese a cavallo tra Joy Division, Cure e A Place to Bury Strangers, il tutto senza mai snaturare la carica Punk di base.

Piacciono e non poco i tre brani che i Soviet Soviet hanno scelto di condividere col pubblico di Area51: pertanto adesso sta a noi segnalarveli e a voi prenderne nota! A Place to Bury Strangers con “Missing You”, TV on The Radio con “Wolf Like Me”, e The Cribs con “Men’s Needs”.

Di seguito i contatti per tutti coloro che sarebbero pronti ad oltrepassare qualsiasi “Cortina di Ferro” pur di continuare a seguire la musica dei Soviet Soviet:

MySpace: www.myspace.com/sovietsoviet
Facebook: Soviet Soviet

Prima di concludere vorremmo ricordare al pubblico di Area51 l’evento della settimana, da non perdere nel modo più assoluto! Si tratta della serata di Venerdi 14 Gennaio presso il Locomotiv di Bologna, in cui sarà protagonista il nostro conduttore MAdesi in compagnia di DJ NoFun con il progetto Bicromia, un doppio dj-set in contemporanea su due consolle che si intrecciano e dialogano reciprocamente. Inoltre, la serata verrà aperta dai rispettivi live di TYING TIFFANY e dei LETHERDIVE, progetto musicale di ispirazione Trip Hop che prossimamente sarà ospite proprio qui su Area51: una ghiotta opportunità per ascoltarli e conoscerli in anteprima!

__________________________________________________________________________________________

Una settimana indimenticabile dunque, contraddistinta da cotanta dovizia musicale, che non potrà che concludersi poi degnamente con il consueto appuntamento della domenica sera in compagnia di Area51. Saranno ospiti i milanesi Kild, una band davvero molto interessante. L’appuntamento è alle 21, ovviamente sempre e solo su Città del Capo – Radio Metropolitana !

Di seguito il loro primo videoclip, “In His Likeness”, emozioni mediante Emoticons!

Un pensiero riguardo “Puntata 7 – Soviet Soviet”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...